articoli

LA LUNGA ESTATE D’ARTE DI PIETRASANTA

Pietrasanta, cuore della Versilia, è una città d’arte perché fucina di meravigliosi artigiani e, per questo motivo, storico crocevia di scultori e artisti da tutto il mondo. Nonché epicentro di gallerie e spazi espositivi.

La Piazza di Pietrasanta sculture di Fernando Botero
Con una programmazione estiva particolarmente agguerrita, anche se tra proposte altalenanti come un’extrasistole quanto a qualità. Pure in questa estate 2018, stagione anomala vuoi per le temperature (che forse nei prossimi giorni raggiungeranno le più roventi medie stagionali), vuoi per i colori del territorio toscano, non più rosso PC, ma giallo/verde e, soprattutto, giallo/blu, dopo lo tsunami leghista delle ultime amministrative. Il 16 giugno scorso è stata inaugurata la personale dello spagnolo Manolo Valdés, una mostra diffusa (nella foto in alto e in homepage) con 5 opere monumentali collocate in piazza, 2 sul sagrato della chiesa di Sant’Agostino e una anche sul Pontile di Tonfano. All’interno della chiesa e delle sale di Sant’Agostino l’esposizione continua con altre sculture e opere pittoriche sempre di grandi dimensioni.
Oggi, invece, è la volta dell’opening di Preview Art Box, un contenitore multidisciplinare in via Giuseppe Garibaldi 34 che ospiterà i progetti museali realizzati da Spirale Milano, dall’Associazione Culturale Spirale d’Idee, da Cuccaro Art di Parigi e Milano, da Giglio Art London, con la direzione artistica di Diletta Carutti. Durante tutto il periodo estivo saranno qui esposte le opere di 5 grandi artisti, una preview delle mostre pubbliche in corso nel 2018 e le più significative realizzate nei 50 anni di attività di Spirale Milano. Il giardino interno dello spazio presenterà una sezione dedicata alla scultura di Emanuele Giannelli, un’anteprima della mostra pubblica che si svolgerà nel Fortino di Forte dei Marmi ad agosto. Mentre la sala interna di Museum box vedrà l’alternarsi di opere di Giosetta Fioroni, Andy Warhol, Mimmo Rotella e Cesare Berlingeri.

Il conto alla rovescia, poi, è già cominciato verso la terza edizione della “Collector’s Night” di Pietrasanta, rubricata per il prossimo 7 luglio, dalle ore 19 fino alle 24. Così, dopo un aperitivo anche “rinforzato” in una delle tipiche vinerie del luogo dall’inconfondibile tinta un po’ bohémien, attende gli “art addicted”, ma anche i semplici curiosi, uno slalom nel centro storico brulicante delle 9 gallerie appartenenti al circuito ANGAMC (Associazione Nazionale Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea). Si parte da Giovanni Bonelli con le mirabolanti ceramiche del duo Bertozzi & Casoni, si prosegue poi da Armanda Gori con una collettiva dedicata a Forma 1, per poi passare da Barbara Paci con Javier Marin e da Galleria Panzetta con Christoph Rode. Marco Rossi propone “Traces of Affection” di Rune Guneriussen, Futura Art Gallery una selezione di intelligenti irriverenze a firma di Giuseppe Veneziano, mentre Susanna Orlando offre una “Camera con vista” di Giacomo Piussi e Paola Raffo un omaggio ad “Alfred Hitchcock. Il Genio nero” di Alessandra Politi Pagnoni. Dulcis in fundo, è il caso di dirlo dopo qualche piatto un po’ indigesto (comunque giudicherete voi), Davide Bramante con le sue “Americhe” da Poggiali.

By Cesare Biasini Selvaggi – Exibart

1 thought on “LA LUNGA ESTATE D’ARTE DI PIETRASANTA”

  1. Pietrasanta è nota come centro mondiale della lavorazione artistica del marmo e del bronzo: attira nei suoi laboratori e nelle fonderie artisti di tutto il mondo.

Rispondi