mostra

Studio Drift’s Solo Exhibition ‘Coded Nature’ ad Amsterdam

Flylight (2009) – Photo: Gert Jan van Rooij.

Uno degli spettacoli da non perdere ad Amsterdam questa estate è l’esordio del solo museo di Studio Drift ( precedentemente ) allo Stedelijk Museum , che bilancia elementi di tecnologia, performance e biodesign. La mostra, intitolata Coded Nature , presenta una vasta gamma di opere transdisciplinari dello studio olandese che si occupano di argomenti dalla sostenibilità alle questioni sollevate dal crescente uso della realtà aumentata.

Meadow (2017) – Photo: Gert Jan van Rooij.

Fondato da Lonneke Gordijn e Ralph Nauta, Studio Design crea in genere installazioni, sculture, proiezioni video e realtà virtuale interattiva. Uno dei pezzi salienti della loro nuova mostra è Drifter , un monolite di cemento galleggiante di 13 x 6 1/2 piedi, che levita delicatamente all’interno di una delle gallerie del museo L’effetto sconcertante di vedere un oggetto così familiare fluttuare nello spazio è enfatizzato da una proiezione video del film Drifters , che segue la stessa scultura concreta che fluttua attraverso le Highlands scozzesi.

Drifter (2018 – Foto: Sasha Bogojev per Colossal

A contrastare l’effetto del grande blocco di cemento fluttuante si trova l’installazione mozzafiato Fragile Future Chandelier 3.5 che consiste in innumerevoli denti di leone bionici con luci a LED incandescenti al loro centro. L’installazione ad alta intensità di lavoro, come molte delle opere dello studio, mette in discussione le relazioni tra uomo, natura e tecnologia. 

Altre opere includono le installazioni luminose Tree of Ténéré e Flylight e le installazioni cinetiche Semblance  e  In 20 Steps , tutte basate su forme o movimenti progettati in modo naturale.

Studio Drift: Coded Nature  si svolgerà fino al 26 agosto 2018. Puoi vedere altre installazioni site-specific e opere ispirate alla fantascienza sul sito web dello studio e su Instagram ,

By Sasha Bogojev – thisiscolossal.com

Rispondi