mostra

BRIC-à-brac | The Jumble of Growth

Una quarantina di opere di 26 artisti internazionali e due curatori provenienti da paesi agli antipodi – Cuba e Cina – con contesti culturali e geografici diversi, ma che condividono una scommessa comune sulle possibilità di lettura del presente.

Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma

La Galleria Nazionale inaugura la mostra BRIC-à-brac – The Jumble of Growth – 另一种选择 a cura di Gerardo Mosquera e Huang Du. Una quarantina di opere di 26 artisti internazionali e due curatori provenienti da paesi agli antipodi – Cuba e Cina – con contesti culturali e geografici diversi, ma che condividono una scommessa comune sulle possibilità di lettura del presente.

Il titolo della mostra, multilingue e tripartito, analizza e traduce il contesto contraddittorio in cui viviamo. Giocando sull’espressione francese bric-à-brac, accostamento eterogeneo e disordinato di piccoli elementi decorativi, il progetto mette a fuoco la crescita caotica e conflittuale – The Jumble of Growth – dei Paesi dalle economie emergenti. In particolare quella dei Paesi BRIC (Brasile, Russia, India, Cina e ora anche Sudafrica).

La mostra, allestita nel Salone Centrale del museo, giunge oggi in Italia grazie ad una collaborazione inedita tra il Today Art Museum di Pechino e la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma. Questo è il risultato dell’impegno della Galleria Nazionale nella creazione di fruttuosi legami con istituzioni culturali di tutto il mondo.

Exibart.com

Rispondi