articoli, curiosità

Da Artsy Lingerie a Van Gogh Sneakers

I musei stanno inventando nuovi modi creativi per commercializzare le loro collezioni. La biancheria intima ispirata all’arte diventerà un redditizio nuovo flusso di entrate per i musei a corto di soldi?

Coco de Mer X V & A – Bellezza botanica – Slip and Robe. Per gentile concessione di Coco de Mer.

Di fronte a crescenti tagli ai finanziamenti pubblici, i musei nel Regno Unito e altrove stanno elaborando nuovi modelli di business per coprire i loro derelitti, in senso iterativo.

Il Victoria & Albert Museum di Londra è  andato a letto con il marchio di lingerie di lusso, Coco de Mer, per creare una nuova collezione di lingerie in seta, raso e tulle con disegni ispirati agli archivi V & A. Prendendo spunto dagli oggetti della collezione del museo, le opzioni di biancheria intima richiamano variamente l’eleganza di una bottiglia di profumo del XVIII secolo, un motivo tessile di William Morris, fodere per cuscini fantasia o un motivo a foglia di una collezione di oggetti in ceramica coreana.

La collezione verrà ufficialmente lanciata a settembre ma sarà disponibile per il pre-ordine sul sito Web Coco de Mer. La linea varia nel prezzo da £ 65 ($ 83) per una borsa di biancheria a £ 595 ($ 758) per un kimono, e  il museo spera che le vendite dalla collezione porteranno un impulso tanto necessario alla sua linea di fondo. 

Coco de Mer X V & A – Golden Heron – Reggiseno a fascia con vita alta. Per gentile concessione di Coco de Mer.

L’esperto reparto marketing di V & A ha anche rinnovato il tradizionale flusso di entrate del negozio del museo, immagazzinando articoli di biglietti più alti, come gioielli, oltre alla tariffa standard di cartoline e cancellatori di matita. Il museo ha addirittura introdotto un elegante padiglione dei gioielli durante una ristrutturazione da £ 1 milione ($ 1,27 milioni) del suo negozio all’inizio di quest’anno.

Le partnership di marchi di lusso offrono potenzialmente un flusso di reddito ancora più redditizio per i musei, e portare l’arte al boudoir sembra essere una specie di tendenza. In tutta la città dal V & A, la National Gallery ha collaborato con un rivenditore di letti di lusso, i Savoir Beds, per offrire ai clienti la possibilità di andare a dormire su un letto delle ninfee di Monet o di altri dipinti nel suo catalogo di 2.000 -più opere d’arte. Per un prezzo interessante di £ 30.000 ($ 38.200), i clienti possono avere interi dipinti o dettagli riprodotti sulle testate e sulle basi di questi letti di lusso.

Anche altre istituzioni stanno entrando in azione. Il British Museum vende ora una fodera per cuscino con il capolavoro di Rodin The Kiss, e il Van Gogh Museum di Amsterdam ha già esaurito la collezione di fantasmi a tema Van Gogh creata in collaborazione con Vans, sebbene entrambi abbiano un prezzo inferiore rispetto alle offerte del marchio di lusso.

Immagina cosa sarebbe successo se il Louvre avesse stretto una partnership con Louis Vuitton prima di Jeff Koons .

By Naomi Rea – Artnet.com

Rispondi