articoli, curiosità

Un uomo cadde nell’installazione di Anish Kapoor di un pozzo senza fondo in un museo del Portogallo

Fortunatamente, la fossa era solo circa otto piedi di profondità nella realtà.

Anish Kapoor, Descent Into Limbo, L’Avana (2016). Foto di Paola Martinez Fiterre, per gentile concessione di Galeria Continua.

Il fascino di Anish Kapoor per il vuoto lo ha portato a creare alcune delle sue opere più famose. Ora, ha anche fatto cadere qualcuno in una fossa di otto piedi. La scorsa settimana, un uomo italiano di 60 anni è caduto in una buca che faceva parte dell’installazione dell’artista Descent Into Limbo presso la Fundação de Serralves , Museo di Arte Contemporanea di Porto, in Portogallo.

L’uomo è stato ricoverato in ospedale in seguito all’incidente, che si è svolto il 13 agosto, secondo il quotidiano locale  Público . L’opera è esposta come parte di ” Anish Kapoor: Works, Thoughts, Experiments “, la prima indagine museale portoghese dell’artista, in cui il testo a parete nota che “la scultura è un’espressione degli interessi di Kapoor nel gioco formale e metaforico tra luce e l’oscurità, dentro e fuori, il contenuto e l’infinito, che è alla base della sua opera scultorea. ”

Anish Kapoor, Descent Into Limbo (1992), diagrammi. Per gentile concessione di Anish Kapoor.

“Un incidente è accaduto”, ha detto Fernando Rodrigues Pereira, addetto stampa del museo, in una e-mail a artnet News. “Ora questa installazione è temporaneamente chiusa.” La mostra aveva mostrato segnali di allarme e un membro del personale stava presidiando la stanza quando l’uomo cadde, come da protocolli di sicurezza stabiliti.

“Il visitatore ha già lasciato l’ospedale e si sta riprendendo bene”, ha aggiunto Pereira.

I visitatori entrano nell’installazione attraverso una piccola porta che conduce in una stanza indipendente in cemento e stucchi, di circa 20 piedi quadrati. Al centro del pavimento c’è una buca circolare, i lati dipinti di nero in modo che all’inizio appaia solido, nascondendo le sue vere profondità. Kapoor ha progettato  Descent Into Limbo  per apparire come una voragine infinita nello spazio; guardare in fondo è un’esperienza da capogiro.

Un rappresentante del museo ha dichiarato al  quotidiano Art News  che ci sono piani per riaprire l’installazione “tra pochi giorni”.

Anish Kapoor, Descent into Limbo (1992) presso la Fundação de Serralves, Museo di arte contemporanea di Porto. Foto di Filipe Braga per gentile concessione di Fundação de Serralves, Museo di Arte Contemporanea, Porto, Portogallo.

Sul sito web dell’artista, l’opera, che è stata creata per la prima volta nel IX documenta nel 1992, è descritta come un “edificio a cubetti con un buco nero nel pavimento. Questo è uno spazio pieno di oscurità, non un buco nel terreno. “Il pezzo prende il nome da un dipinto del pittore italiano del Rinascimento Andrea Mantegna.

“Anish Kapoor: Works, Thoughts, Experiments” è in mostra al Museo Serralves, Rua D. João de Castro, 210, 4150-417, Porto, Portogallo, fino al 6 gennaio 2019. 

By Sarah Cascone – Artnet.com

 

Rispondi