articoli, mostra

La mostra Jean-Michel Basquiat arriva al CCBB di Rio de Janeiro

Una mostra composta da più di 80 opere di uno dei nomi di spicco delle belle arti degli ultimi 40 anni si può visitare presso il Centro Culturale Banco do Brasil.

Una parte espressiva del lavoro di uno dei più importanti artisti  degli ultimi 40 anni può essere vista dal pubblico da il 12 ottobre 2018. La mostra “Jean-Michel Basquiat” porta oltre 80 opere del pittore e illustratore americano che fino ad oggi è uno dei principali riferimenti visivi dell’universo pop Art.

Lo spettacolo – il più grande dedicato al lavoro di Basquiat in America Latina – arriva a Rio dopo aver attraversato le Centro Cultural Banco do Brasil di San Paolo, Brasilia e Belo Horizonte. La mostra è composta da dipinti, disegni, incisioni e ceramiche dipinte dall’artista.

La tecnica utilizzata da Basquiat, considerato innovativo per l’epoca, mescolando sugli elementi sullo schermo, come collage, copie di riproduzione, le parole e le immagini di anatomia umana – questi, ispirato al libro di Grey Anatomy, letto da Basquiat durante l’infanzia, mentre il recupero da un infortunio .

“Basquiat non aveva un pensiero lineare e questo può essere visto nei suoi lavori – molti di loro non hanno un centro”. È una mostra che mette in evidenza i dipinti ma non manca mai di prestare attenzione ai disegni, che è una parte molto importante della sua creazione. sulla superficie della tela. Dipinge e disegna in un modo che possiamo chiamare grossolani perché vuole fare quel tastatore che osserva la sua opera. Tanto diceva che poteva disegnare in un modo convenzionale, ma ha combattuto tutto il tempo contro di essa ” , ha spiegato il curatore dello spettacolo, Pieter Tjabbes.

Uno dei nomi di spicco del neosessionismo negli Stati Uniti, Basquiat era figlio di una madre portoricana e padre haitiano. Fin dall’infanzia, ha mostrato un’inclinazione per le arti. Cominciò a dedicarsi ai dipinti in modo integrale come un adolescente, i muri dei graffiti a New York, dove era nato e sempre vissuto – e dove prendeva molto della sua ispirazione.

Ha preso parte a mostre d’arte e ha guadagnato risalto nel circuito degli spettacoli di New York fino a quando non è stato scoperto dalla stampa alternativa e abbracciato da nomi come l’artista di plastica, il cineasta e l’agitatore culturale Andy Warhol. Da lì, è diventato noto al grande pubblico.

Anche con il successo delle sue opere e il riconoscimento della critica e del pubblico, con mostre ben acclamate ed esaltate in Europa, Basquiat non ha mai potuto superare i problemi causati dalla tossicodipendenza – sarebbe morto nel suo appartamento il 12 agosto 1988 , con soli 27 anni, vittima di una overdose.

Le recenti mostre a New York, Milano, Roma e Londra hanno ulteriormente valorizzato la produzione dell’artista. Nel 2017, uno dei suoi dipinti – “Untitled (1982)” – è stato messo all’asta per oltre $ 110 milioni, rendendolo la più costosa opera d’arte americana mai venduta.

“Nel contesto delle belle arti, Basquiat è stato uno dei pochi artisti neri di successo in un universo prevalentemente bianco, e nella sua carriera ha portato alla luce i traumi vissuti dai neri negli Stati Uniti. dialogare con un mondo artistico bianco e avere successo “, ha concluso Tjabbes.

By Carlos Brito – g1.globo.com

Mostra Jean-Michel Basquiat

Periodo di esposizione: dal 12 ottobre al 7 gennaio 2019.

Ubicazione: CCBB Rio de Janeiro – Rua Primeiro de Março, 66 – Centro.

Giorni di visita: da mercoledì a lunedì, dalle 9:00 alle 21:00.

Ingresso: gratuito.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Rispondi