articoli, mostra

“Ognuno il suo stile… l’arte e le sue forme” il Centro Cultural Correios ospita la mostra internazionale organizzata dalla Tartaglia Arte di Roma

L’organizzazione artistica Tartaglia Arte di Roma e il Centro Cultural Correios di Rio de Janeiro è lieta di comunicare l’apertura della mostra “Ognuno il suo stile – L’Arte e le sua forme”, dal 5 dicembre prossimo fino al 20 gennaio 2019 presso il Centro Cultural Correios. 

la sede del Centro Cultural Correio di Rio de Janeiro

Si tratta di una mostra internazionale,  niente di più simbolico che riunisce questo gruppo di artisti presso il Centro Culturale dell’ufficio postale dello stato del Brasile. Noi crediamo, che non c’è nessuno ad opporsi all’idea che questa istituzione è storicamente uno dei messaggeri di globalizzazione, che oggi è qualcosa di strettamente legato alla vita quotidiana di ogni cittadino, dopo tutto, anche l’individuo più semplice ha accesso a un cellulare connesso a internet.

L’esposizione a cura di Riccardo Tartaglia e Regina Nobrez, patrocinata  dall’Ambasciata d’Italia in Brasilia, l’Istituto Italiano di cultura del Ministero degli Esteri e il Centro Italo Brasileiro, riunisce 30 artisti di arte visiva e diverse performance in date stabilite, anche se predomina la nazionalità italiana e brasiliana, comprende anche rappresentanti di Argentina, Portogallo e Mozambico. Come il titolo della mostra suggerisce espressione di diversi modi, tra cui pittura, scultura, fotografia, video e installazione hanno l’individualità di ogni artista, ognuno con la sua tecnica. l’esperienza e la linea di ricerca.

Questa è la nona edizione di un progetto internazionale che è nato a Roma nel 2011, e partendo dall’Italia a proseguito in Francia, Cina e quest’anno ritorna in Brasile per la seconda volta.

I contrasti e le opposizioni presentate da opere originali, in parte appositamente prodotte per l’evento, rappresentano curiosamente l’unità della collezione. Una delle caratteristiche della post modernità è la frammentazione della realtà, che affermano i filosofi, esiste solo come concepita. Tuttavia, questa realtà frammentata è parte di una totalità o unità, utopica per alcuni, questo è vero, ma non per questo meno reale.

In questo orientamento, uno degli elementi che hanno guidato la realizzazione del progetto è stata la possibilità di essere accessibile on-line tramite il QR code, dando ogni visitatore la possibilità di scegliere quale sia il loro lavoro preferito e commentarlo. Tuttavia, il Centro Cultural Correios e  La Tartaglia Arte, si aspettano che il pubblico non si accontenti di fare solo una visita virtuale ma di visionare  con la loro presenza fisica nell’esposizione. Durante il periodo dell’esposizione sono in programma, in date in aggiornamento sul sito tartagliaarte.org(news. delle performance artistiche, incontri con l’artista, dibattiti culturali ecc. che verranno eseguite nelle sale della mostra.  By Ricardo Muniz de Ruiz

Performance in programma: 5 dicembre, ore 20, Clarice Magalhāes  – Tum tà que tà , orquestra de pandeiros

9 dicembre, ore 17, Franco Kuster – Padrões, segredos do universo onirico e multicor

Gli artisti in esposizione:

Albertina Prates, Ana Carolina Fernandes, Andrea Guastavino, Antonio del Donno, Antonio Fiore, Bertina Lopes, Dirce körbes, Emanuel Nunes, Flavia Fernandes, Franco Mioni, Fulvio Tornese, Gennaro Falcone, Giancarlo Montuschi, Gianni Testa, Gustavo Rafael, Guto Carvalhoneto, Ilca Barcellos, Josè Luiz Carlomagno, Kalone kienda, Mara Salla, Mauro dos Guaranys, Patricia di Loreto, Piero Tartaglia, Pietro Lista, Renata Sussekind, Rô Ribeiro, Rogerio Botelho, Rosa Cuccurullo, Sergio Joppert, Vera Lucia Gonzalez.

Titolo: “Ognuno il suo stile… i’Arte e le sue forme”

a cura di: Riccardo Tartaglia e Regina Nobrez

presentazione critica: Ricardo Muniz de Ruiz -historiador e poeta

periodo mostra: dal 5 dicembre al 20 gennaio 2019 ad ingresso libero

Sede: Centro Cultural Correios di Rio de Janeiro – Rua Visconde de Itaborai, 20 centro RJ

organizzazione e produzione: Tartaglia Arte

con il patrocinio: Centro Cultural Correios, Ambasciata d’Italia in Brasilia, Istituto italiano di Cultura, CIB Centro Italo Brasileiro,

Partnership: Zoe Bistrò

Rispondi