arti visive, mostra

Discorso intorno alla forma. Terry Haggerty a Firenze

EDUARDO SECCI CONTEMPORAY, FIRENZE ‒ FINO AL 16 NOVEMBRE 2019. VECCHIE E NUOVE SCULTURE IN LEGNO E METALLO E UN’OPERA PARIETALE SITE SPECIFIC RACCONTANO VENT’ANNI DI RICERCA SULLA FORMA, LO SPAZIO E LA PROSPETTIVA DA PARTE DI TERRY HAGGERTY.

Terry Haggerty. Symmetric difference. Exhibition view at Eduardo Secci Contemporary, Firenze 2019

Una fisicità illusoria che si ispira all’arte astratta e ai giochi di forma degli Anni Sessanta, per costruire opere scultoree in legno o alluminio; un titolo, Simmetryc difference, che sfiora l’ossimoro, che suggerisce la possibilità di dare ordine alla discontinuità, a quelle fratture apparenti che sembrano attraversare la parete. Elementi che sottendono alle ricerche tridimensionali di Terry Haggerty (Londra, 1970) che, alla stregua degli autori della letteratura potenziale, manipola la linea, la materia e la prospettiva per ampliare il campo espressivo della forma, citando Bridget Riley e la Op Art, ma anche certe arditezze dell’architettura contemporanea, ad esempio le torsioni di Bjarke Ingels.
All’occhio dell’osservatore si parano giochi di incastri e geometrismi, che determinano il carattere scultoreo delle opere, avvertibile anche nella bidimensionalità della grande pittura parietale, che quasi sembra avanzare verso l’osservatore.

By Niccolò Lucarelli – artribune.com

Terry Haggerty, Untitled (TBC), 2019. Courtesy Eduardo Secci Contemporary
Terry Haggerty. Symmetric difference. Exhibition view at Eduardo Secci Contemporary, Firenze 2019
Terry Haggerty, Untitled , 2017. Courtesy Eduardo Secci Contemporary

Rispondi