arti visive, curiosità

LE 5 ARTISTE EMERGENTI PIÙ INTERESSANTI DELLA SCENA INTERNAZIONALE

Abbiamo spulciato la lista di Artsy 50 artists to know right now alla ricerca delle 5 artiste emergenti più promettenti del panorama internazionale.

 

Tenersi aggiornati sul mondo dell’arte emergente internazionale e sui nuovi talenti della scena non è così semplice. Agli interessati, che essi siano collezionisti in cerca di un nuovo artista su cui investire o semplici appassionati, Artsy arriva in supporto di frequente, con le sue lunghe liste “a tema”. Dall’ultimo parto della piattaforma, la lista 50 artists to know right now, abbiamo estrapolato per voi nomi e brevi descrizioni delle 5 artiste artiste che, almeno secondo Artsy, non dovreste proprio farvi scappare. Date un’occhiata!

Victoria Sin (1991)

Canadese di base a Londra, Victoria Sin spazia dalla performance alla video arte alle realizzazione di progetti installativi. Utilizzando temi fantascientifici, ipotizza norme sociali alternative. Ha iniziato la sua carriera artistica esibendosi nei night club londinesi.

 

Martine Gutierrez (1989)

Artista transgender californiana di origini guatemalteche, lavora a New York. All’ultima Biennale di Venezia ha attirato l’attenzione di pubblico e critica con la sua serie di autoritratti, riflessione sugli stereotipi sul genere.

 

Meriem Bennani (1988)

L’artista marocchina originaria di Rabat ragiona sui nuovi media, e l’ossessione contemporanea per televisione e Instagram. Uno dei suo progetti più conosciuti, “Fardaous Funjab”, è un mockumentary (falso documentario) su un finto designer da lei inventato.

 

Alia Farid (1985)

Scelta per curare il padiglione del Kuwait, suo stato natio, alla Biennale di Architettura di Venezia del 2014, presentò un progetto riguardante l’influenza del petrolio sulla società moderna del suo paese. Artista poliedrica, vive e lavora tra Kuwait City e San Juan in Portorico.

 

Gala Porras-Kim (1984)

Pittrice e scultrice colombiana, Porras-Kim indaga il concetto di patrimonio culturale, e come oggetti e artefatti vengano considerati opere d’arte. Di come il significato attribuito a questi oggetti cambi se esposti in un museo. La sua ricerca la spinge inoltre ad indagare il confine tra linguaggio visivo e disegno.

By Giovanni Mavaracchio – artuu.it

 

 

Rispondi