Attualità, fiera

Art Paris 2020. Gallerie, sezioni e anticipazioni sulla 22esima edizione della fiera

LA FIERA PARIGINA CHE OGNI ANNO SI SVOLGE IN PRIMAVERA AL GRAND PALAIS SVELA PROTAGONISTI E HIGHLITGHS DELLA PROSSIMA EDIZIONE, CON FOCUS DEDICATI ALL’ARTE FRANCESE E INTERNAZIONALE

Art Paris Art Fair
22esima edizione per Art Paris, fiera d’arte moderna e contemporanea che anche quest’anno, come sempre in primavera, animerà l’art system parigino, dal 2 al 5 aprile nei suggestivi spazi del Grand Palais, gli stessi dove si svolge la più nota Fiac in ottobre. Saranno 150 le gallerie, provenienti da oltre 20 paesi, protagoniste della fiera 2020, rappresentanti non solo la scena europea, ma anche quelle asiatica, africana, mediorientale e latinoamericana. Tra gli highlights di quest’anno è la duplice versione della sezione Focus, dedicata alla scena artistica francese e all’arte iberica emergente, in particolare di Barcellona, ​​Lisbona, Madrid e Porto.

ART PARIS 2020. LE GALLERIE PARTECIPANTI ALLA FIERA

I nuovi partecipanti ad Art Paris 2020 rappresentano il 31% della selezione di quest’anno, tra cui le gallerie parigine Jeanne Bucher Jaeger, Galerie Sator e Caroline Smulders insieme a Karsten Greve. A livello internazionale invece, saranno rappresentati per la prima volta Bulgaria, Danimarca, Grecia, Costa d’Avorio e Turchia. 12 gallerie provengono dalla penisola iberica, mentre la scena asiatica confermerà la sua presenza in fiera con 5 gallerie dalla Corea del Sud: 313 Art Project, Gallery Simon, Gallery H.A.N., Mo J Gallery e Gallery SoSo. Uno spaccato della scena artistica africana sarà in mostra negli stand della Galleria ARTCO (Aquisgrana / Le Cap) e Niki Cryan (Lagos), e nel settore Promises da 31 Project (Parigi), Galerie Véronique Rieffel (Parigi) / Abidjan) e Septieme Gallery (Parigi), tutte partecipanti per la prima volta. La scena mediorientale sarà invece rappresentata dalla Galerie Brigitte Schenk (Colonia) con opere di Halim al Karim (Iraq), Tarek Al Ghoussein (Kuweit) e Abdulnasser Gharem (Arabia Saudita), la cui installazione The Safe era tra le opere della sezione Unlimited di Art Basel 2019. Dall’Italia parteciperanno ad Art Paris 2020 tre gallerie: Spazio Arte Contemporanea (Venezia), Luca Tommasi Arte Contemporanea (Milano) e Wunderkammern Gallery (Roma / Milano).

ART PARIS 2020. LE ESPOSIZIONI IN PROGRAMMA

Ogni anno, Art Paris anche per l’edizione 2020 ha invitato un curatore per selezionare progetti di artisti francesi rappresentati dalle gallerie partecipanti. In Common and Uncommon Stories, il direttore della Bourse Révélations Emerige e curatore ospite Gaël Charbau riunisce il lavoro di 21 artisti, la maggior parte dei quali nati negli anni Ottanta. Il curatore è stato inoltre invitato a scrivere un testo che presenti ogni singolo artista e le loro opere. Per la sezione Solo Show, sono in programma 20 mostre monografiche, tra cui un progetto site specific dell’artista sudafricano Roger Ballen (Caroline Smulders con Karsten Greve), una mini-retrospettiva dell’artista britannico Ian Davenport (Luca Tommasi Arte Contemporanea), e un gruppo di opere dell’artista cubano Jesse A. Fernández alla Galerie Orbis Pictus. By Desirée Maida  – artribune.com Parigi // dal 2 al 5 aprile 2020 Art Paris Grand Palais 3 Avenue de Général Eisenhower www.artparis.com

Rispondi