personaggio

Arte e depressione nel mini documentario di Jim Carrey

L’arte è un modo unico di esprimersi, quindi può essere utilizzata in una varietà di contesti, anche come terapia, per curarsi o curare qualcuno di depressione.

Fonte immagine: Documentario Jim Carrey: I Needed Color

Oggi, secondo l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), oltre 320 milioni di persone hanno sofferto di questa malattia che può persino portare al suicidio. Tuttavia, questo è un argomento di cui si sta discutendo molto nel mondo e si stanno scoprendo nuove forme di trattamento per aiutare le persone con questa malattia.

Fonte immagine: Documentario Jim Carrey: I Needed Color

Questo è stato il caso del famoso artista Jim Carrey, che ha affrontato la depressione per 6 anni e ha usato l’arte come forma di trattamento. Fu attraverso le sue creazioni artistiche che Jim fu in grado di sentirsi più vivo esprimendo i suoi sentimenti in modo sincero usando pennelli e colori nella creazione delle sue opere d’arte .

Durante il periodo in cui era lontano dagli schermi, a causa di questo episodio di depressione, Jim Carrey si immerse intensamente nella creazione di  dipinti ,  tele ,  sculture  e  disegni .  E attraverso questi strumenti, è stato in grado di mostrare ciò che prima era possibile solo nella sua mente.

L’arte divenne così presente durante questa depressione che la pittura e la creazione erano diventate un’ossessione per Jim. Venne un tempo in cui tutta la sua casa era piena delle sue opere.

Fonte immagine: Documentario Jim Carrey: I Needed Color

Attraverso questo, nell’agosto 2017 l’attore ha pubblicato un documentario intitolato  “Jim Carrey: I Needed Color”  sulla piattaforma Vimeo, dove racconta più profondamente come questo hobby è diventato una terapia per guarire un cuore spezzato.

“Non so cosa mi insegna la pittura, ma so che mi rende libero.”
Jim Carrey

In questo mini documentario che ha superato oltre 9 milioni di hit sulla piattaforma e ha solo 6 minuti, l’attore interpreta un po ‘del suo trattamento con l’arte per curare la depressione.

In modo delicato, con molta emozione e in prima persona è possibile vedere come Jim crea la sua arte – attraverso lavori manuali e che stimolano la creatività. In questo modo, riesce ad avere sentimenti di piacere che finiscono per scacciare i mali della depressione.

Attualmente Jim Carrey afferma di non avere più depressione perché ora capisce che “la pioggia arriva, piove, ma non rimane”, secondo le sue stesse parole. Tuttavia, l’arte rimane ancora nella tua vita e ti aiuta a rimuoverla dalla tua mente, che in precedenza era rimasta solo nella tua immaginazione.

Fonte immagine: Documentario Jim Carrey: I Needed Color

L’arte ha il potere di guarire l’anima e connettersi con il mondo esprimendo ciò che sente attraverso le sue creazioni.

Possiamo citare alcuni artisti con casi di depressione nelle forme più diverse, come Vicent Van Gog , Edvard Munch , Frida Kahlo , Salvador Dali e molti altri. Tra questi, i dipinti erano qualcosa in comune, ma ognuno con le sue peculiarità.

By artluv.net

Usi l’arte anche come forma di terapia per curare la depressione o conosci un artista che lo fa?

Lascia la tua esperienza nei commenti o condividi questo post con qualcuno di speciale.

Rispondi