articoli, personaggio

Muore a 87 anni Michael Hertz. Si inventò la mappa della metro di New York

IL GRAFICO ORIGINARIO DI BROOKLYN, GIÀ DIRETTORE ARTISTICO DELLA DISNEY E IDEATORE DELLA GRAFICA DELLE OLIMPIADI DI ATLANTA DEL 1996, NEGLI ANNI SETTANTA REALIZZÒ LA PIANTINA DELLE LINEE DELLA METRO PIÙ FREQUENTATA AL MONDO, OGGI ANCORA USATA DA NEWYORCHESI E TURISTI DI TUTTO IL MONDO

New York via Wikipedia

Il suo nome forse vi dirà poco, ma se siete stati almeno una volta a New York, avrete senza dubbio beneficiato della sua opera più nota: la mappa della metropolitana della Grande Mela. Lo scorso 18 febbraio è scomparso a 87 anni il grafico Michael Hertz, creatore della più iconica e consultata piantina delle linee metro al mondo.

MICHAEL HERTZ, IL CREATORE DELLA PIANTA DELLA METRO DI NEW YORK

Nato l’1 agosto del 1932 a Brooklyn, Hertz ha conseguito la laurea in Belle Arti al Queens College nel 1954: Successivamente ha lavorato per la Walt Disney come direttore artistico dei trailer promozionali dei film; ha inoltre progettato la grafica delle Olimpiadi svoltesi ad Atlanta nel 1996. La sua attività di grafico e cartografo inizia ufficialmente negli anni Sessanta, con la realizzazione delle cartine di Houston, Washington e di diversi aeroporti. Intorno alla metà degli anni Settanta arriva il lavoro più importante: la mappa delle linee della metropolitana di New York commissionata dalla MTA, l’ente che gestisce i trasporti pubblici della città. “Mi fa sempre piacere guardare alla stazione della metro qualcuno che consulta la mia mappa. Sento di dargli una mano a orientarsi”, aveva dichiarato Hertz. “Nei giri delle mappe di transito, Mike era un gigante”, ha dichiarato Chuck Gordanier, capo del marketing e della pubblicità della Metropolitan Transportation Authority di New York. “Tutti i newyorkesi hanno in testa l’immagine della mappa della metropolitana di Mike”. Se quel complesso intersecarsi di linee rosse, blu, verdi, giallo, ocra e viola appaiono di comprensibile lettura a newyorchesi e turisti, è quindi merito di Hertz, che sulla piantina non solo ha tracciato le linee dei collegamenti, ma anche quella della città, dando così una visione completa della Grande Mela. Una versione della mappa realizzata da Hertz e dai suoi collaboratori è utilizzata ancora oggi, con vari aggiornamenti e miglioramenti apportati nel corso dei decenni. Prima della mappa creata da Hertz, era utilizzata la pianta realizzata in stile modernista dell’italiano Massimo Vignelli, oggi conservata al MoMA di New York.

By Redazione – artribune.com

Rispondi