fotografia, mostra

Fotografia come scultura. Manuel Scrima a Milano

FABBRICA EOS, A MILANO, OSPITA LE OPERE FOTOGRAFICHE DI MANUEL SCRIMA. UNA INTERPRETAZIONE DEL CORPO A CAVALLO TRA LUCE E MATERIA.

La fisicità inserita nella forma chiusa del quadrato: Disembody di Manuel Scrima (Cremona, 1977) presenta una selezione di fotografie realizzate tra il 2012 e il 2020. Otto anni di ricerca per scegliere accuratamente soggetti e materiali su cui riprodurre le immagini, lastre di vetro e lastre di plexiglass inserite in cornici minimaliste, con diverse gamme cromatiche dal blu al verde, per le opere di grande dimensione, e altri colori nei piccoli formati che compongono un tappeto a mosaico o tessere sparse sulle pareti della galleria. Una singolare sintesi estetica, per la cura di Chiara Canali, in cui Scrima unisce il personale percorso di artista e viaggiatore a quello di fotografo di moda. Una ricerca che recupera elementi della tradizione fotografica del Novecento. Oltre ai rayogrammi di Man Ray, basti citare le pose di linee e forme di František Drtikol, che fece del corpo il fulcro della sua fotografia, indugiando proprio nell’uso delle sfumature e dell’attrazione tra luci e ombre. By Silvia Scaravaggi – artribune.com
Manuel Scrima, Disembody, 2012 20. Courtesy Galleria Fabbrica Eos, Milano

Nome evento Manuel Scrima – Disembody
Vernissage 24/09/2020 ore 18,30
Durata dal 24/09/2020 al 22/10/2020
Autore Manuel Scrima
Curatore Chiara Canali
Generi fotografia, personale
Spazio espositivo FABBRICA EOS
Indirizzo Piazzale Baiamonti 2 -20154 – Milano – Lombardia

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rispondi