Attualità, Cultura

Galleria Borghese, ‘Un giorno da Venere’: i video nel linguaggio dei segni, per i social

Il primo video è dedicato al dipinto Venere e Amore che reca il favo di miele di Lucas Cranach il Vecchio

Villa Borghese Roma
Lucas Cranach, Venere e Amore che reca il favo di miele, olio su tavola. Ph. Lucio Romano © Galleria Borghese

Dallo scorso 7 agosto la Galleria Borghese propone il nuovo ciclo per i social media Un giorno da Venere, tradotto nel linguaggio dei segni, che proseguirà fino a novembre.

«A partire dal mese di agosto il ciclo delle Veneri raccontato di fronte alle opere dalla Direttrice del museo Francesca Cappelletti e dedicato all’antica dea – prismatica e pervasiva, celeste e terrestre – protagonista di storie e di miti che hanno attraversato i secoli, sarà arricchito dalla traduzione nel linguaggio dei segni da parte di una interprete. Un pubblico sempre più ampio, dunque, potrà seguire le narrazioni delle più belle Veneri della collezione, da Lucas Cranach a Correggio, da Tiziano a Luca Cambiaso. I video verranno pubblicati a cadenza settimanale sui social della Galleria Borghese a partire da agosto e fino a novembre», ha spiegato il museo. «Siamo molto orgogliosi di lanciare questo progetto del Museo – ha dichiarato Francesca Cappelletti – e vogliamo essere in grado di comunicare i risultati delle nostre ricerche in maniera sempre più ampia, inclusiva e comprensibile a tutti». Il primo video è dedicato al dipinto Venere e Amore che reca il favo di miele di Lucas Cranach il Vecchio, disponibile su Facebook.     
  • By redazione – exibart.com

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rispondi