Attualità

20 anni dall’11 settembre. Ecco come l’ha raccontato l’arte – PARTE 2

NEL VENTESIMO ANNIVERSARIO DELL’ATTACCO ALLE TORRI GEMELLE DI NEW YORK RIVEDIAMO QUALI ARTISTI SI SONO CIMENTATI NEL RICORDO E NEL LUTTO CON LE LORO OPERE

  Vent’anni fa, il mondo si stringeva attorno alle televisioni, osservando in shock il filmato di un aereo che si schiantava contro la cima delle torri del World Trade Center a New York, mentre un uomo precipitava a terra e le famiglie in preda al panico scappavano da fumo e macerie. Proprio come molti di noi, sono molti gli artisti rimasti colpiti da questo momento, sia perché c’erano sia perché, con le sue immagini drammatiche e le sue altrettanto gravi conseguenze, è stato uno spartiacque che ha cambiato il mondo. Vediamo qui alcune delle opere più significative e rappresentative dei diversi modi di elaborare il lutto e il ricordo.
  • By Giulia Giaume – artribune.com

TOBI KAHN

M’AHL, Tobi Kahn
Al decimo anniversario dell’11 settembre, Tobi Kahn ha creato M’AHL, una scultura composta da 12 segmenti indipendenti per un’installazione intitolata Embodied Light: 9/11. Costruita con pezzi di legno rimasti dalle sculture realizzate nel decennio precedente, l’opera incarna i ricordi del tempo trascorso con i genitori e i nonni a Windows on the World, il ristorante in cima alla Torre Nord.

FALLING

Falling, Gustavo Bonevardi
È di Gustavo Bonevardi Falling, opera che si aggiunge al progetto collaborativo Tribute in Light in cui avea rappresentato uno skyline pieno di raggi di luce nel cielo notturno. In questo lavoro Bonevardo utilizza lettere sparse disegnate su carta per evocare i pezzi di carta che quel giorno soffiarono nel cielo – proprio come nulla aveva senso per lui l’11 settembre, le lettere non formano delle parole.

DONNA LEVINSTONE

9/11 series, Donna Levinstone
Partendo dalla sua consueta pratica di disegnare paesaggi sereni ispirati alla natura, Donna Levinstone ha iniziato a studiare le fotografie dei pennacchi di polvere emanati dalle torri crollate. Ha trovato una bellezza spirituale nelle nuvole di polvere, come se potesse vedere le anime di chi vi era morto, componendo di conseguenza una serie di pastelli, molti dei quali nei toni del rosso, nero, bianco e grigio.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rispondi