Attualità, Design

Regali di Natale: il libro di Jovanotti e degli illustratori tutto da colorare

CONTIENE ANCHE LE TAVOLE DAL GUSTO NAÏVE DISEGNATE DA JOVANOTTI STESSO. IL JOVA BEACH COLORING BOOK, PIENO DI SORPRESE E REALIZZATO CON MATERIALE 100% RICICLATO

L’arena si è colorata “di volta in volta di umanità festosa che a notte inoltrata ha lasciato la spiaggia pulita, intatta, smossa dai piedi e dal ritmo. Se i granelli di sabbia sono capaci di memoria, come dimostra il silicio dei microchip, in quelle spiagge risuonano i cuori” così scrive Lorenzo Jovanotti nel nuovissimo Jova Beach Coloring book, di cui condivide la curatela con Sergio Pappalettera. Si tratta di una raccolta di illustrazioni da colorare, realizzata con materiale 100%, disponibile in esclusiva dal 9 novembre presso le Librerie Feltrinelli e sui siti IBS e Lafeltrinelli. 

L’ENERGIA DEL JOVA BEACH COLORING BOOK 

Le parole della canzone Nuova Era compaiono, vergate nella grafia del cantante, tra le pagine del coloring book, accompagnando in un tripudio di sensazioni le illustrazioni: caleidoscopiche, effervescenti, ricolme di input, simboli e brina marina. L’album è stato pubblicato da Open Wor(l)ds, la linea di prodotti sostenibili di Librerie Feltrinelli, con un ventaglio di 28 illustrazioni di artisti nazionali e internazionali, per bambini e per adulti alla ricerca di relax e di un diversivo per fuggire in riva al mare. Gli illustratori hanno risposto alla chiamata creativa di Jovanotti e Pappalettera, dando vita a un progetto inedito che punta a traslare, attraverso il tratto lineare del disegno, l’esperienza leggera e spensierata del Jova Beach Party: “Il color sabbia della sabbia si è colorato di volta in volta di umanità festosa che a notte inoltrata ha lasciato la spiaggia pulita, intatta, smossa dai piedi e dal ritmo. Se i granelli di sabbia sono capaci di memoria, come dimostra il silicio dei microchip, in quelle spiagge risuonano i cuori”. 

L’IDEA DEL COLORING BOOK 

Quando abbiamo pensato a come rievocare quel mix di corpi, energia e passione che era palpabile durante il JBP del 2019, abbiamo subito capito che l’arte era l’unico linguaggio in grado di farlo”, ha raccontato il co-curatore Sergio Pappalettera ad Artribune. Ci piaceva l’idea che il gesto degli artisti e la loro prospettiva si completasse con l’intervento di quanti avrebbero poi materialmente colorato le pagine del coloring book. L’arte, come la musica, ha la capacità magnetica di attirare persone e idee”. 

GLI ILLUSTRATORI DI JOVA BEACH COLORING BOOK 

Gli illustratori che hanno aderito sono Carlo Esposito aka Dowggy, lead illustrator dell’agenzia Popcorn Brain di Amsterdam, mette gli occhiali da sole a cactus, polipi e tartarughe; Davide Toffolo, leader dei Tre Allegri Ragazzi Morti; Edoardo Marconi aka Radiocomandero, mural painter oltre che illustratore, che dà sfogo ad una stilizzazione curvilinea delle forme, solitamente completate da colori funky; Eliyana Beitler, artista nativa americana legata all’illustrazione nel mondo musicale; Marco Caputo alias Blackcap, illustratore e graphic designer con all’attivo diverse collaborazioni per il settore editoriale; Matteo Guarnaccia, storico e critico del costume, maestro ne “la grafica psichedelica” come Jovanotti esplicita nel video di presentazione del progetto postato su YouTube; Simone Brio, graphic designer che collabora con Flex Up Records e Wow Agency di Milano; Studio Prodesign, fondato a Milano da Pappalettera e da Patrizia Ferrante, contraddistinto da una verve esplosiva; Terry Who – “un’illustratrice che conosco e amo molto” scherza il cantante -, alias Teresa Cherubini che opera nel mondo dell’editoria. Ci sono persino tavole un po’ naif firmate dallo stesso Jovanotti.  By Giorgia Basili – artribune.com

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rispondi