Attualità, curiosità

La scienza è arte a Palazzo dell’Esposizioni di Roma con Tre Stazioni per Arte-Scienza

Tre Stazioni per Arte-Scienza non è una semplice mostra, ma un’esperienza multidisciplinare che conduce il pubblico a scoperte sorprendenti che mettono in connessione saperi e mondi solo in apparenza lontani …

Non è una semplice mostra, ma un evento culturale a 360 gradi quello proposto a Palazzo delle Esposizioni di Roma, con Tre Stazioni per Arte-Scienza.
COSA PROPONE TRE STAZIONI PER ARTE-SCIENZA
Fino al 27 febbraio 2022 questo ampio progetto ripercorre il legame tra l’arte e la scienza attraverso tre diversi punti di vista: quello storico (La scienza di Roma. Passato, presente e futuro di una città), quello artistico (Ti con zero), e quello della ricerca scientifica contemporanea (Incertezza. Interpretare il presente, prevedere il futuro). La rassegna, promossa da ROMA Culture, è ideata e organizzata dall’Azienda Speciale Palaexpo con la collaborazione di numerose istituzioni pubbliche, tra le quali INFN Istituto Nazionale di Fisica Nucleare cui si deve l’intera progettazione della mostra “Incertezza”, mentre per la realizzazione di “La scienza di Roma” è stato fondamentale il supporto del Polo museale della Sapienza Università di Roma. Un evento curato dunque da un pool di esperti trasversale che non ha lasciato nulla al caso. In questo modo si è voluto uscire dalla consueta idea di mostra per offrire un’esperienza a tutto tondo, che abbracciasse e favorisse l’incontro e lo scambio tra più discipline, in un’ottica di fruizione culturale in cui l’interconnessione è irrinunciabile. Un universo di personaggi, oggetti e luoghi racconta così Roma prima di Roma, dalla preistoria a Galileo Galilei, fino ad oggi: si scopre così che la prima scuola di chimica fu fondata nel Convento di San Lorenzo, dove si formarono i ragazzi di Via Panisperna, o che proprio da Roma si mandò l’impulso per accendere il Cristo Redentore a Rio de Janeiro o, ancora, che sul tetto della chiesa di Sant’Ignazio di Loyola fu fondato il primo osservatorio astrofisico d’Europa.

L’INTERVENTO DELL’ARTISTA MARIA ADELE DEL VECCHIO

Tre Stazioni per Arte-Scienza vede nel suo programma anche incontri, laboratori, lezioni e sound perfromance. Nel video vi proponiamo in particolare l’intervento dell’artista Maria Adele Del Vecchio, chiamata da Scegli il Contemporaneo a condividere un racconto personale della scienza legata all’arte e alla cultura: partendo dalla storia del nonno medico a Baselice, giunge a parlare di Giordano Bruno, a presentare Laura Bassi, una delle prime scienziate della storia, fino a narrare le vicende che legarono Ettore Majorana alla bomba nucleare. Info: www.palazzoesposizioni.it/pagina/tre-stazioni-per-arte-scienza

Rispondi