Christian Fermo

MOSTRE, ROMA, 9 SETTEMBRE 2010

Venerdì 10 settembre la Galleria Tartaglia Arte di Roma aprirà la mostra del pittore Triestino Christian Fermo. Nelle proprie opere, rivisita l’arte classica in chiave contemporanea. I supporti realizzati in malta fanno riferimento all’antica tecnica dell’affresco, in questo caso però ottenuti con tecniche e materiali che consentono un esecuzione più rapida, a rispecchiare i ritmi della società attuale. Nei nudi e nelle nature morte si può notare il taglio di immagine quasi pubblicitario a citare l’era consumistica nella quale viviamo. La natura assume i toni di un prodotto industriale destinato al commercio.

Metaforicamente l’artista guarda alle grandi problematiche ed ai paradossi del sistema moderno, Nelle opere compaiono simboli industriali e segnali di pericolo presentati però alla stregua di messaggi pubblicitari. L’utilizzo del linguaggio scritto, parole e simboli appartenenti a diverse culture e zone diverse del mondo è un chiaro riferimento all’era della globalizzazione raccolti in ogni singola opera come una Babele moderna, creando una sorta di rumore caotico, disturbando la percezione dell’immagine stessa. Alla fine quel che ne consegue è un contrasto violento fra materia e spirito, in una profonda analisi fra l’origine arcaica dell’essere umano ed il sistema moderno nonché le dinamiche ed i paradossi che li caratterizzano.

Biografia
Nasce a Trieste nel maggio del 1977. Fino dall’infanzia manifesta uno spiccato interesse per il disegno e l’espressione artistica. Dopo aver conseguito il diploma in arte delle tecniche murali e decorazione pittorica frequenta numerosi corsi tecnici privati per affinare le sue conoscenze in campo artistico . Dopo alcuni anni dedicati a fumetto illustrazione e alla passione per la street art trova lavoro come scenografo all’interno di complessi turistici di rilievo. In questi anni, Fermo Christian matura la propria conoscenza tecnica, scoprendo l’utilizzo dei materiali più disparati e fa il suo primo approccio con la scultura ed il tridimensionale. La nuova realtà lavorativa ricca di stimoli lo porta a cominciare delle sperimentazioni finalizzate all’arte contemporanea. Sempre in questi anni incomincia una propria ricerca personale utilizzando l’arte come mezzo di crescita.

Il continuo bisogno di rapportarsi con gli altri lo porterà a cimentarsi in diversi concorsi e situazioni artistiche di vario genere, tra le quali, un progetto artistico a più mani insieme ad altri amici artisti. La passione per l’arte gli permette fin dall’adolescenza di frequentare e conoscere vari artisti della sua città, e di muoversi nel panorama “underground” artistico locale, ambiente nel quale avrà la possibilità di esporre e partecipare ad eventi di genere culturale per diversi anni. A tutt’oggi Christian Fermo ha realizzato numerose mostre personali e collettive muovendosi con costanza e dedizione nel mondo dell’arte. Il continuo bisogno di maturare le proprie conoscenze artistiche lo porta attualmente a proseguire i propri studi tecnici come allievo di alcuni artisti della sua città.

⇐⇐⇐ Torna indietro