Meditazione e squilibrio – Chen Dong e Liu Chaohui

MOSTRE, ROMA, LUGLIO 2010

La mostra “Meditazione e squilibrio” è realizzato dall’Associazione Italo Cinese Fucina e la Galleria Tartaglia Arte di Roma. Questa mostra è la prima tappa di una nuova collaborazione tra arte italiana e arte cinese che vedrà come secondo appuntamento Tartaglia Arte partecipare al Festival Internazionale d’Arte e Cultura di Songzhuang a Pechino nel mese di settembre. Mercoledì 28 luglio ore 16.30 presso la Galleria Tartaglia Arte di Roma si terrà l’inaugurazione della mostra dal titolo “Meditazione e Squilibrio” delle opere di due noti artisti cinesi contemporanei Chen Dong e Liu Chaohui. Nati entrambi nella terra madre di Mao Zedong, sono cresciuti in una atmosfera fortemente rivoluzionaria e hanno riversato tali principi in due forme d’arte molto distinte: astratta per Chen Dong e figurativa per Liu Chaohui. Dopo una laurea presso la Hunan United Art Institute, Chen Dong ha conseguito un Master in pittura presso il China Art Institute Graduate School of Painting. Attualmente vive e opera a Pechino. La sua arte è stata riconosciuta come “arte eterna” dalla critica asiatica, in quanto esprime una forza rivoluzionaria che da sempre è insita nell’uomo e da sempre vuole cambiare un mondo oscuro, afflitto e malato ma alla fine viene investita dal turbine della passività. Il tutto sembra riportarsi sempre alla più antica espressione di bellezza cinese attraverso il bianco e il nero delle sue opere. L’astrattismo di Chen Dong paradossalmente prende forma nell’arte figurativa di Liu Chaohui. La critica ha infatti riconosciuto una certa vicinanza artistica fra i due giovani, vicinanza dovuta all’utilizzo dei colori, alla forza di espressività e all’influenza della terra d’origine. Liu Chaohui ha frequentato la China Central Academy of Fine Arts di Pechino e si è laureato presso la Graduate School of China Art Academy in pittura. Attualmente vive e lavora a Pechino. Liu Chaohui è riconosciuto come uno dei maggiori rappresentati del realismo minimalista dell’arte cinese. La sua arte è espressione di un mondo scarno, sofferente, depresso che si ribella attraverso dei corpi, delle forme come plancton. Meditazione e squilibrio. Liu Chaohui lo rappresenta con corpi ben definiti ma trasportati passivamente dal moto ondoso e dalle correnti; Chen Dong con la presenza di tentacoli, ciglia, flagelli, espansioni laminari, forme astratte che prendono vita apaticamente. Immagine: Chen Dong Inaugurata mercoledì 28 luglio 2010, dalle 16,30 Galleria Tartaglia Arte.

⇐⇐⇐ Torna indietro