Opere 1980 – 2012, Maurizio Attisani

1354534397b

MOSTRE – ROMA, DICEMBRE 2012

presentazione e testo critico: Carmen De Stasio

Opere 1980-2012 la mostra personale dell’artista Maurizio Attisani, che la galleria Tartaglia Arte, presso la sede a Roma, ha inaugurato, con la presenza dell’artista, martedì 4 dicembre 2012 alle ore 18,30, con l’intervento critico della prof.ssa Carmen De Stasio che presenterà il nuovo catalogo monografico.

Si tratta di un excursus nella carriera artistica di Attisani, il cui tratto peculiare é riscontrabile nella ricerca interiore e nella sua conseguente esplicazione su tela. Se dapprima l’esplorazione avviene attraverso un figurativo classico con l’uso di pastelli, matite e acquarelli, in seguito delinea la scelta o, per meglio dire, l’esigenza di perseguire una via che diviene via via più aderente ad un modello che rasenta la perfezione attraverso l’utilizzo delle linee geometriche e di materiali diversi come acrilico e olio. Attisani si esprime con figure solide come quadrati, rombi e cerchi portando sulla tela un suo progetto pre-creato, secondo un disegno del tutto cerebrale, con sorprendente precisione e senza alcun aiuto di supporti tecnici. Ed é proprio attraverso linee definite, che solo apparentemente contengono se non addirittura costringono la creatività, che Attisani approda ad una sintonia tra interiore ed esteriore che rende lui finalmente libero e noi pienamente partecipi di questo viaggio alla ricerca dell’io.

Cogliendo spunto da una delle ultime produzioni in ordine di tempo, si potrebbe definire la movimentazione d’animo che scuote Attisani come una sorta di synchromy che permette di avvolgere in simultanea extra-ordinarietà l’osservatore fino addirittura a coinvolgerlo in un gioco ipnotico, che lascia sobbalzare per la fluidità concettuale che via via si rivela e altresì per la convergenza e la mutevolezza impressiva e di dilatazione tematica che si diffondono dall’interno in un singulto estemporaneo verso l’esterno.
(dal catalogo – Carmen De Stasio)

Biografia
Maurizio Attisani é nato a Roma ed ha iniziato a dedicarsi alla poesia e alla pittura sin da giovanissimo, tra l’altro dipingendo tele a tema religioso e disegnando vetrate d’arte. Di formazione accademica, ha seguito corsi di disegno e pittura presso le accademie di Belle Arti di Roma e Bologna, ha frequentato anche le facoltà di Legge e Psicologia presso l’Università degli Studi di Roma.

Artista eclettico ed assai creativo, Maurizio Attisani é riuscito da tempo,dopo una continua e proficua ricerca, a dar vita ad una lunga teoria di opere assai accattivanti,ad un’espressione delle sue fervide attività.Partendo da una configurazione dell’immagine secondo musicalità classiche e frammentazioni naturalistiche, vive il suo excursus di ricercaconquistandolo con traguardi ben definiti nell’evolversi del tempo.Diversificando attraverso un processo di stilizzazione e semplificazione gli stilemi della sua poetica, arriva a definire un preciso codice espressivo lontano da meri accademismi o facili rivisitazioni. Con l’uso di colori acrilici,olii,matite e acquarelli, l’artsta formalizza una tipologia di linguaggio che ha come preciso scopo la creazione di un’arte oggettiva, le cui regole tendono a riflettere, in una magica cosmogonia, l’ordine dell’universo.Utilizza gli elementi compositivi per “dinamizzare” il movimento ed é così che spazio-forma-colore divengono una trilogia di base su cui Maurizio Attisani impianta il ritmo del suo universo interiore e con un processo osmotico della forma che si fa colore e viceversa, crea uno spazio oltre i limiti del convenzionale.

Ufficio stampa: TAAR, Mariangela Mutti, Regina Nobrez 064884234

Inaugurazione: martedì 4 dicembre 2012 ore 18,30 ingresso libero – catalogo in sede

Prorogata al 12 gennaio 2013

⇐⇐⇐ Torna indietro