Otamy

  Erenilton Otamy, artista, autodidatta, 58 anni, brasiliano,nato nella città di Nova Iguaçu nello Stato di Rio de Janeiro. Fin da giovane ha frequentato gallerie e librerie per imparare le tecniche e capire meglio i grandi maestri (Mirò, Picasso, Salvador Dalì, Van Gogh). Ha sempre avuto inconsciamente la convinzione di essere un artista. Otamy è un artista concettuale che cerca di mettere in discussione oggetto, spazio e linguaggi artistici tradizionali, mirare all’invenzione di una nuova poetica. L’artista Otamy sin dalle sue prime ricerche, quando elabora un disegno, discute l’oggetto, risignificando porte, finestre, padelle e tanti altri oggetti urbani appartenenti all’universo popolare. Nel processo di significazione che contraddistingue il suo lavoro, lui sta discutendo le varie possibilità delle lingue plastica e il fare artistico stesso. Si considera un artista del mondo, poiché si rivolge sempre all’arte con problemi globali.