Samantha Fermo – Mirella Granduc, Segno e Colore tra Simbolismo e Figurativo

MOSTRE, ROMA, 28 MAGGIO 2012

a cura di: Enzo Leka e Riccardo Tartaglia

Due artiste di spessore, due pittrici in continua evoluzione, ambedue nate e residenti a Trieste ma pittoricamente distaccate … E proprio questa spiccata ma elegante lontananza di genere ha fatto selezionare le loro opere per essere esposte in questa bi personale dove appunto, l’elemento simbolico va a coesistere con l’elemento figurativo più sensibile e lirico.

Nell’arco temporale di una unica mostra l’occhio dell’osservatore può scorrere su figure femminili, contenitori simbolici di importanti realtà moderne, per poi traslare in incantati e rarefatti paesaggi quasi impalpabili.

Biografie

Samantha Fermo, artista triestina, si diploma in Arti Applicate. Da sempre appassionata al disegno si dedica alla fotografia ed al disegno grafico perfezionando le sue tecniche frequentando vari studi privati. Predilige i soggetti femminili in tutte le loro particolarità, considerati e rivalutati come mistero della vita ed ama trattare il supporto con pittura e inchiostro. Le sue opere godono di successo di pubblico e di critica e sono facilmente visionabili sul web e sui Social Network più in voga.

Mirella Granduc vive e lavora a Trieste. Nel corso della sua carriera formativa artistica ha sempre prediletto soggetti legati al paesaggio e alla marina ma recentemente ha voluto cimentarsi anche in opere astratte con ottimi risultati. Le sue opere godono di larghi consensi registrati soprattutto in occasione delle numerose mostre collettive a cui ha partecipato. Da segnalare il Primo Premio ottenuto al concorso Trofeo di Primavera del 2006 ed il Terzo Premio nel 2008 al concorso Luci e Ombre della Realtà. Ha partecipato inoltre a varie e prestigiose Fiere d’Arte Italiane

Testo critico e presentazione: Tiziana Tamburi

⇐⇐⇐ Torna indietro