Attualità, Cultura, videoarte

How to Be at Home. Un corto animato sulle difficoltà dell’isolamento

Un corto animato firmato da una poetessa e un filmmaker racconta con eleganza e lirismo un tema di grande attualità. Come mantenere la serenità e godere ancora della vita quando si è chiusi in casa? Il 2020 è stato l’anno del distanziamento sociale, del lockdown, del coprifuoco e delle limitazioni. Milioni di persone nel mondo… Continue reading How to Be at Home. Un corto animato sulle difficoltà dell’isolamento

Cultura, curiosità, videoarte

Any Instant Whatever. Il cortometraggio ipnotico di Michelle Brand

Un cortometraggio ipnotico, nato dalla mente brillante di Michelle Brand, indaga la relatività del tempo e dello spazio. In “Any Instant Whatever” la realtà svela il suo aspetto caleidoscopico e mutante ... Any Instant Whatever from Michelle Brand on Vimeo.   Michelle Brand è una giovane artista tedesca, naturalizzata inglese, specializzata in animazione e sound design;… Continue reading Any Instant Whatever. Il cortometraggio ipnotico di Michelle Brand

arti visive, film

Odradekianas il film

Il film, Diretto e prodotto da Fernanda do Canto, mostra le opere e le attività sviluppate negli studi di quattro artisti di Santa Catarina: Ilca Barcellos, Maria Carmen von Linsingen, Sara Ramos e Rosana Bortolin. Il titolo del film, Odradekianas che dà anche il nome al gruppo di artisti è stato istituito dal curatore e… Continue reading Odradekianas il film

arti visive, articoli

Enough, il geniale cortometraggio in stop-motion di Anna Mantzaris

L'autrice si chiama Anna Mantzaris, è svedese e lavora a Londra. Il suo cortometraggio in stop-motion parla delle frustrazioni di tutti i giorni, e di come sarebbe bello, ogni tanto, perdere il controllo ... Avete mai avuto la tentazione di perdere il controllo? Tante volte nella vita quotidiana tratteniamo istinti e ingoiamo frustrazioni per il… Continue reading Enough, il geniale cortometraggio in stop-motion di Anna Mantzaris

articoli, fotografia

Ecce Homo. I corpi “asettici” di Evelyn Bencicova

Classe 1992, la fotografa originaria di Bratislava è autrice di composizioni in cui il corpo si trasforma in materiale “inorganico”. Fra nudità e atmosfere asettiche. Appare certamente strano, incongruo, il titolo Ecce Homo per una singolare serie fotografica che mette in scena composizioni coreografiche di corpi nudi in grandi ambienti altrettanto spogli. Bisognerà arrivare a capirlo per… Continue reading Ecce Homo. I corpi “asettici” di Evelyn Bencicova