Vittorio Fava

Vittorio Fava è un artista versato in varie forme espressive che ha iniziato negli anni Settanta in ambito neorealista e pop, creando, fin da allora, oggetti. Alla fine degli anni Settanta ha elaborato tecniche incisorie molto personali ed innovative.
Realizza sculture spesso luminose, oggetti e dipinti materici. Si è dedicato anche alla fotografia, come dimostra la sua presenza alla rassegna di Frosinone (1982), ed alle performance. Tra queste ultime si ricordano “Nel rosso rossore” con Vitaldo Conte al Folk Studio di Roma nel 1984 (riproposto a Roma ai Magazzini Generali e al Teatro dell’Orologio nel 1985); con Vitaldo Conte al Centro di Sarro di Roma nel 1986. Numerosi sono i suoi film d’artista e audiovisivi, anche con Salvatore Giunta, che sono stati proiettati in Gallerie, Spazi Pubblici, Cinema d’essai.
Ha partecipato alla XXXIX Internazionale del Cinema di Montecatini (1988).
Si dedica con passione alla Mail Art, partecipando alle mostre organizzate a Padova (1980), Barcellona (1980), Napoli (1980), Figueres Spagna (1981), Lodz Polonia (1981), Foggia (1981), la Coruna Spagna (1981), Wofford College USA (1982), Pordenone (1982), Portland USA (1982), Los Angeles USA (1982), Minden Germania (1982).
Crea mobili fantastici e onirici al primo dei quali ha dato il nome Mnemosine. Ricicla, per le sue creazioni, oggetti trovati.
Vasta è la sua produzione di libri d’artista con i quali ha partecipato a numerose mostre collettive: Galleria Il Luogo di Roma (1986); Mostra itinerante “60 anni di cultura Italiana” a New York, Philadelphia e Roma (1986); “Modi d’Arte”, Libro-Galleria, Ferrara (1991); “Carta dell’Artista”, Castello di Belgioioso, Pavia (1992-1995-1996); Galleria C. Corre Parigi (1993); Biblioteca Nazionale Centrale di Roma (1993 e 1996); Galleria “Avida Dollars” di Milano (1996); Associazione Culturale Porta Segreta di Calcata (1997); Galleria “Salòn Privè, Roma, a cura di Sergio Rispoli (1998); “Centre du Livre d’Artiste, Verderonne (Liancourt), a cura di Caroline Corre (1999); “Parole in Vista”, momenti della scrittura visiva e del libro d’artista in Italia, a cura di Franco Spena, Caltanissetta, (2001); “Libri d’Artista”, Studio-Laboratorio Torino, (2001); “Libri mai mai visti”, VACA Vari Cervelli Associati, Comune di Russi (RA), (2001-2004) – Centro di Cultura e Lingua italiana, Parigi (2002) e Museo dell’Illustrazione di Ferrara (2003/2004); “Bibliotèque Immaginaire de Rabelais”, a cura di P. Della Bella e G. Zauli, La Devinière – LOIRA (2003); “Terza Biennale del Libro d’Artista”, a cura di Teresa Pollidori e Artefuoricentro, Biblioteca di Cassino 2003; “Le Delire du Livre”, a cura di Caroline Corre, Museo Fornet, Parigi (2004); “Alfabeti”, Terza Rassegna Internazionale del Libro d’Artista, Biblioteca Casanatense, Roma, a cura di S. Missio (2004); “Quarta Biennale del Libro d’Artista”, Citta di Cassino, a cura di Mario De Candia, Teresa Pollidori, Barbara Tosi, (2005); “4th International Artist’s Book Triennial Vilnius “Rabbit and House” – Vilnius – Lituania (2006).
Ha realizzato murales all’Università di Roma (col gruppo In-differenza 1977), agli Istituti d’ Arte di Marino e di Civitavecchia (1978), al Visa College di Minden Germania (1982). Nella seconda metà degli anni Ottanta ha collaborato con l’Associazione Culturale Magazzini Generali di Roma, a cura di A. Soldaini, intervenendo in varie iniziative tra le quali “Project Apartheid” ad Ostia Lido, a Roma, a Gennazzano; a Gavoi (Nuoro) con “Plexus Internazionale” (1987) e a Viterbo con “Off Camera” (1988). Nella seconda metà degli anni Novanta ha aderito al Gruppo Zero, con una serie di mostre a Parigi, Teatro “Le Vesinet”, English School; Rieti “Teatro Flavio Vespasiano”, Rocca di Papa “Villa Almerici”. Ha sviluppato un’intensa attività incisoria partecipando alle mostre : “Per Inciso”, Mostra-Mercato dell’Incisione”, Bagnacavallo (RA) ed.2001-2002; “Associazione Nazionale Incisori italiani”, Peraga Vigonza (PD) (2000); a varie edizioni della Biennale di Grafica di Sapporo in Giappone; e a “Incisori Italiani” Torre Strozzi, Perugia (2003), Premiato alla V° Biennale dell’Incisione, S. Vincenzo La Costa (CS); Inserito nel “Repertorio degli Incisori italiani” nel Gabinetto Stampe Antiche e Moderne del Comune di Bagnacavallo (Vol.II, ed.1993-96 Vol III, ed.1998/2000).
Sue opere sono nell’Archivio Sackner Miami USA; nella Collezione Bertini – Prato ora nella Biblioteca Nazionale di Firenze; nel Centre du Livre d’Artiste – Verderonne (Liancourt) FRANCIA; in Granary Books – New York; nella Collezione Wartmann, Basilea; nel Museo delle Generazioni italiane del ‘900 “G. Bargellini”, Cento – Ferrara.

Ha iniziato ad esporre nel 1968 nella collettiva alla Galleria La Saletta di Roma.
Tra le numerose successive collettive si segnalano: “ I e III Rassegna Nazionale Arti figurative”, Roma (1969-70}; Galleria Alzaia Roma (1972); “ Arte, Conoscenza e Trasformazione” Sincrotone Frascati, Roma (1973); Biennale di Parigi Sezione Sperimentale Italia (1982}; “Progetto Graffiti / Francobolli B. Bluz”, Arkansas USA (1982}; “Artist Philosophe B. Kecc”, Columbus University USA (1982}; “Gennazzano 86” a cura di A. Soldaini, Magazzini Generali, Castello Colonna di Genazzano (1986); Artisti Italiani al Museo di Arte Contemporanea Pernambuco Recife Brasile (1986); “Oltre ed Altro”, Galleria il Minotauro, Roma a cura di V.Conte (1988); “Scrittura Altra”, Museo di Arte Moderna, Catanzaro (1988); “L’Orecchio di Vincent”, Galleria Kriptodie, Roma (1993); “Pinocchio” Galleria L’Eclisse di Roma (1997); “Tra sacro e profano “ Convento di San Paolo a Poggio Nativo Rieti (1997); “Festival della Multivisione”, a cura di Alberto Tessore, Salone degli Specchi, Teatro Flavio Vespasiano, Rieti; “II Pianeta Carta nel Terzo Millennio”, a cura di Stefania Severi, Museo Nazionale della Arti e Tradizioni Popolari, Roma (2001); Galleria Prometeo, a cura di Vitaldo Conte, Catanzaro (2001); “Isole della Memoria”, Antichi Mestieri, Cittaducale (RI), (2001); “Immagina, Mostra-mercato di Arte Contemporanea, Reggio Emilia (2002); “Malie dello Sguardo”, a cura di V. Conte, Palazzetto dell’Arte, Foggia (2002); “Malie della Scultura”, a cura di V. Conte, Museo Civico, Foggia (2002); “Extreme sul Bianco” Galleria Chioda, Roma, a cura di V. Conte (2003); “Scambio d’arte”, Onderbanken (Olanda), 2003; “ 1st International Collage Exhibition “, Gallery “Arka” Vilnius – Lituania (2004); “ 2nd International Collage Exhibition “, Gallery “Kaire Desine” Vilnius – Lituania (2005); “Dal Bianco una Rosa Rossa”, a cura di V. Conte, Chiodalive2, Catania (2005); “Scambio d’Arte II°, Onderbanken en Rotary Club Hoensbroeck, (2005); “Trenta opere in sette metri quadri: una cabina per dieci artisti” – a cura di S. Giordano e Sottopiano Beaux-Arts – Cagliari – ott. 2005; Inaugurazione dell’ala dedicata alla generazione degli artisti italiani degli anni ’40 del Museo delle Generazioni italiane del ‘900; “G. Bargellini” – Cento (Ferrara), (2006); “Mistiche Bianche”, a cura di Vitaldo Conte, Reggio Calabria – Castello Aragonese, (2006); “TRA(C)ARTE”, Rassegna Internazionale di Opere in carta, a cura di Loredana Rea, Stefania Severi, ideazione e progetto di Vito Capone, (2006); “L’Uovo d’Artista” – 5° Ed., a cura di Marijcke van der Maden e Giuseppe Salerno, “Il Granarone” e “L’Arte è…”, Calcata, (2006); “Natura Morta, Iconografia Contemporanea dell’Effimero”, a cura di Sandro Giordano, (2006).

Personali: 1974 Roma, Galleria La Stiva (con G. Tagliafierro); 1977 Roma, Centro d’Arte L’ Astrangelo; 1980 Roma, Galleria Sizio 1982 Minden (Germania), Galleria Care Prult; 1984 Roma, Galleria Artein 1985 Prato, a cura del Comune, Galleria Spazio Aperto; 1990 Torino, Studio Laboratorio; 1991 Milano, Galleria Spazio 92; 1992 Calcata (VT), “II luogo e la Cava”, a cura di Elena La Cava; 1992 Calcata (VT), Palazzo di Cristo; 1993 Roma, Galleria Kriptodie; 1994 Roma, Galleria Desart, a cura di Anna Cochetti; 1995 Calcata (VT), Associazione Culturale Il Granarone; 1996 Rieti, Festival Multivisione “Wunderkammer”; 1997 Roma, Galleria Syncrart; 1997 Giulianova, Chiesa dei Bartolomei; 1998 Roma, Mostra Antologica (1968-1998), Galleria Eralov; 2000 Poggio Nativo, Convento di S. Paolo; 2001 Foggia, Palazzetto dell’Arte; 2001 Rende (CS), Club della Grafica; 2001 Cagliari, Sottopiano Beaux Arts, a cura di Sandro Giordano; 2003 Roma, “Wunderkammer, la Camera delle Meraviglie”, Museo Storico Nazionale dell’Arte Sanitaria; 2004 Roma, Chiesa degli Artisti, Piazza del Popolo, “Tra Sacro e Profano”, a cura di S. Severi e V. Salvatores; 2004 Cagliari, “Omaggio a Roma Barocca”, Sottopiano Beaux Arts, a cura di S, Giordano; 2005 Calcata, Galleria “Vecchia Calcata”, “Le Stanze dell’Arte”, a cura di G. Salerno; 2005 Roma, Biblioteca Casanatense, “La Biblioteca di Faba”.